Progetto Istruzione Futuro

Sintesi
Presentazione
Relazione
Disegno di Legge
Analisi

Download

Analisi e Previsioni PDF E-mail
Lunedì 02 Aprile 2012 22:06

Le previsioni e le analisi che seguono sono esposte attraverso tabelle e grafici e hanno lo scopo di supportare le indicazioni del disegno di legge. Le rilevazioni tratte dall’ISTAT, dal CENSIS, dall’OCSE, dal MIUR e dalla Ragioneria Generale dello Stato hanno consentito elaborazioni in parte effettuate direttamente da Democrazia per l’Italia e in parte dedotte da studi precedenti.

Ciò che è mancato in modo clamoroso sono i dati aggiornati del 2010 e 2011, che il MIUR non ha fornito alla pubblica opinione e neanche agli enti di studio competenti nazionali e internazionali.

Nonostante ciò, abbiamo ricostruito un anno 2010 che ci è servito come base per le previsioni che abbiamo elaborato sino al 2019. Tali previsioni si sono basate su dati demografici e su specifiche elaborazioni relative all’andamento della riforma nei vari anni. Il 2015 è previsto come anno di inizio operativo della riforma, mentre il 2019 dovrebbe essere l’anno a regime. Negli anni intermedi, 2011-2014, nei quali la crisi strutturale sarà ancora in corso, si è prevista una modesta diminuzione dei parametri.

Le previsioni elaborate da Democrazia per l’Italia, negli anni 2011-2019, sono state eseguite tenendo come base per le unità i dati ISTAT, mentre le progressioni di spesa sono state calcolate in funzione sia di logiche specifiche progettuali di avanzamento delle prestazioni del servizio, sia in relazione ad elaborazioni di natura statistico-metodologica.

Si riassumono gli ordinamenti scolastici dell’infanzia e dell’adolescenza e i singoli segmenti:

CLASSI DI ETA’

ORDINAMENTI

SEGMENTI

Tre mesi – tre anni

Istruzione dell’infanzia

Segmento nido d’infanzia

Tre anni – cinque anni

Istruzione dell’infanzia

Segmento scuola materna

Cinque anni

Istruzione dell’infanzia

Segmento scuola preparatoria

Sei anni – otto anni

Istruzione dell’infanzia

Segmento scuola primaria

Otto anni – undici anni

Istruzione dell’infanzia

Segmento scuola elementare

Undici anni – quattordici anni

Istruzione dell’adolescenza

Segmento scuola intermedia

Quattordici anni – diciotto anni

Istruzione dell’adolescenza

Segmento scuola conclusiva

L’accavallamento dell’età finale di una classe con l’inizio dell’età di un’altra classe è dovuto al fatto che nello stesso anno solare lo studente termina un segmento ed inizia il successivo.

Il quadro globale dell’istruzione non universitaria che si deduce è desolante, in termini di qualità, di efficienza, di efficacia e di quantità. Andare avanti in questo modo non si può più! Bisogna invece adottare una nuova legge delega che stabilisca i principi fondamentali e le linee generali, tenendo conto delle indicazioni importanti che la Costituzione repubblicana stabilisce. Noi, abbiamo tentato di operare, con molto sforzo, una ricognizione giuridica, giurisprudenziale, ed economico–sociale, allo scopo anche di individuare l’ammontare delle risorse finanziarie addizionali correnti e quelle in conto capitale. Questi dati sono certamente delle approssimazioni, ma indicano le tendenze che si devono ipotizzare per il futuro: più denaro ad una istruzione adeguata alle persone affinché queste possano accedere realmente alla società della conoscenza e usufruire delle possibilità di lavoro conseguenti alla riforma.

Senza profondi interventi correttivi, come sostiene autorevolmente il CENSIS nel suo recente 45° rapporto sulla situazione sociale del Paese, ci prospetteremo in un sistema in cui saremo ostaggio dei poteri finanziari interessati ad imporre solo un rigore senza futuro, incapaci di fare da volano per qualsiasi sviluppo. Ci troveremo di fronte ad una società italiana fragile, isolata ed eterodiretta. Non possiamo immaginare un quadro sociale in cui cresca ancora la povertà, domini la finanza, si indebolisca la politica ed i giovani siano sempre più penalizzati.

 

TABELLE

Per visualizzare le tabelle in grande cliccare e sfogliarle mediante le frecce a destra e sinistra

 

 

DIAGRAMMI

Per visualizzare i diagrammi in grande cliccare e sfogliarli mediante le frecce a destra e sinistra

 

 

Democrazia per l'Italia Democrazia per l’Italia
Sede legale: Corso Re Umberto, 30 - 10128 Torino
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
AddThis Social Bookmark Button
Ultimo aggiornamento Domenica 01 Aprile 2012 22:04
 
Copyright © Democrazia per Italia
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin